TORNA HOME PAGE

L’OSASUNA SI AGGIUDICA IL TORNEO

Presso il Centro Basket Cerveteri si è disputata la finale di calcio a 8 over 30 tra il BARCELLONA (in tenuta arancione) e l’OSASUNA (azzurra). L’OSASUNA ha trionfato per 5 a 3. Miglior giocatore del torneo Luca Badini dell’ATLETICO BILBAO. Il torneo è stato una sorta di campionato di apertura, un aperitivo per il prossimo Campionato Open (sono ancora aperte le iscrizioni. INFO-LINE: www.lagazzettadellacola.it , www.legacalcio.org) che si terrà sotto l’egida della UISP nella Lega Calcio dell’Alto Lazio, Responsabile Organizzativo Corrado Orfini.

Dopo le prime fasi di studio l’OSASUNA comincia a prendere in mano le redini dell’incontro colpendo due volte il palo con Sandro Cappello. Il vantaggio per gli uomini “plasmati” e diretti da Giorgio L. Massetta arriva con colpo di testa di Massimo Aluigi. Lo svantaggio spinge il BARCELLONA di Massimiliano Di Cola a mettere sotto assedio la retroguardia azzurra, orchestrata da Paolo Sestili e dall’estremo difensore Fabio La Rocca. Il meritato pareggio alla fine arriva per un fulmineo colpo sotto rete di Andrea Paoni. La parità disunisce la manovra dell’OSASUNA, mentre il BARCELLONA aumenta la sua pressione che sfocia con il goal del momentaneo vantaggio siglato da Raimondo Oliviero. Sul 1 a 2 l’OSASUNA sbanda. Al capitano Raffaele Cosenza e Francesco Napoletano occorrono qualche minuto per riconquistare il centrocampo e ripartire per agguantare il pareggio. Il 2 a 2 arriva grazie ad un netto rigore concesso per una spinta su Aluigi e trasformato dal solito, implacabile, Cappello.

Nel secondo tempo l’OSASUNA  parte a “spron battuto” per riportarsi in vantaggio. Un netto fallo da rigore, ancora su Aluigi, con la successiva trasformazione di Stefano Mangia spiana la via al successo agli azzurri. Il BARCELLONA, guidato da Manuel Vernarecci (miglior giocatore della partita), si riversa nella metà campo avversaria ma si scopre alle ripartenze dell’OSASUNA. Da un contropiede ben orchestrato da Pino Pascucci, Marco Riccardi e finalizzato dal bomber Cappello arriva il 4 a 2. Il BARCELLONA è squadra di carattere e non demorde. Si riporta subito in attacco ed accorcia le distanze con una sfortunata autorete di Sestili. Il 4 a 3 riapre la partita ma Cappello non è d’accordo. Non appena gli capita lo spiraglio giusto sorprende con un proietto il portiere avversario. Il 5 a 3 è la mazzata definitiva. I tentativi di rimonta del BARCELLONA diventano sempre più sterili fino al triplice fischio che sancisce la vittoria dell’OSASUNA. GLM

TORNA "OVER 30" 2008

TORNA HOME PAGE