Di tutto un pò

LA SCUOLA DI DANZA NEXUS DI LADISPOLI FA INCETTA DI DAVID.

A Fiuggi nei giorni 7 e 8 dicembre 2008 si è svolto presso il Teatro delle Fonti l’11° Concorso Nazionale di Danza “DAVID DI MICHELANGELO ALLA COREOGRAFIA”. Organizzato dalla Federazione Italiana Danza e patrocinato dal Conseil International de la Dansè – UNESCO e dal Comune di Fiuggi. Il Concorso è stato diviso in due fasi. La prima di “selezione”, domenica 7, e la seconda, lunedì 8, dedicata al Gran Galà ed alle finalissime. Presidente della Giuria Manolo Casalino. Tra i componenti della giuria la Maestra Diana Ferrara, la M^ Alessandra Bianchini, il M° Maurizio Martinelli, il M° Stefano Mustafà e tanti altri esponenti nei vari settori della danza e dello spettacolo. Le opere coreografiche in concorso sono state suddivise in: Classica; Modern Jazz; Contemporanea; Free Dance ed Hip Hop. Il concorso ed il Gran Galà (regia di Carlo Alberto Cherubini) è stato ben condotto da Marina Marfoglia e dal poliedrico Gino Aprile (vero trascinatore). Lo spettacolo è stato piacevolissimo intervallato tra le prove dei vari gruppi e le performance degli ospiti intervenuti. Tra queste citiamo la recita della poesia di Trilussa “Natale de guerra” (stranamente con due ere) della bravissima Fioretta Mari, i virtuosismi danzanti del ammiratissimo Gabriele Rossi e “la morte del cigno” della meravigliosa Alessandra Bianchini. Splendido il momento in cui Gino Aprile, al termine delle prove ed in attesa dei responsi della Giuria, ha invitato ballerini e persone del pubblico sul palco per un meraviglioso happening dove tutti hanno potuto sfogare ed allentare la tensione ballando liberamente e mettendo in mostra le proprie capacità.  

Al Concorso hanno partecipato scuole provenienti da ogni parte d’Italia. La più lontana “Teatro Danza” proveniva da Vittoria (RG). Dal nostro territorio hanno partecipato: Planet Dance di Civitavecchia, Ballet Il Gabbiano e la Scuola Danza Nexus di Ladispoli. Tutte si sono fatte valere ma la parte della “leonessa” l’ha fatta la Scuola di Danza Nexus” risultando al termine della manifestazione la migliore scuola del concorso. Ha qualificato 5 gruppi in finale su 6 presentati. Ha ricevuto due David di Michelangelo come prima classificata, uno nel Modern Jazz con il pezzo “Sinfonia per violoncello” e  uno nella Free Dance con il pezzo “”Insonnia” (nel mio personalissimo cartellino avrebbero dovuto scambiarsi di posto con i secondi classificati della S.M.M.S. di Roma con il pezzo “Living White Dream”); e un David di Michelangelo per il terzo posto nella Contemporanea con il pezzo “Angeli”. Non ha avuto fortuna l’Hip Hop che comunque ha portato nei primi sei due coreografie e nel mio, sempre personalissimo, cartellino il pezzo “Giocattoli” avrebbe meritato almeno il podio. Al termine della serata, benché celato dall’aplomb che contraddistingue i docenti della danza, la Direttrice artistica Roberta Taliani, i coreografi Angela Molica e Marco Martuscelli sprizzavano gioia e soddisfazione per l’ottimo risultato ottenuto.  Ottimo anche il Ballet Center di Civitavecchia con 4 gruppi finalisti. Ha ricevuto un David per il secondo posto nella Contemporanea con il pezzo “Kalu Ra” della coreografa Maria Rubolotta (nel mio personalissimo cartellino meritava il 1° posto) e uno per il terzo posto nella Free Dance con il pezzo “Luna Rossa”. Benissimo ha fatto anche nella Classica/Neo Classica con il pezzo “Tensioni” (nel mio cartellino avrebbe meritato almeno il podio).  Bene Ballet Il Gabbiano con il pezzo “Step Up” della coreografa Loredana Mantini.

Per l’impegno profuso tutti avrebbero meritato di vincere ma la competizione purtroppo non lo prevede. Ci saranno altre occasioni. GLM  

CATEGORIA MODERN JAZZ

1° CLASSIFICATO “SINFONIA PER VIOLONCELLO” (coreografia di Angela Molica)

Allievi: Arianna Scimmia, Aurelio Carra, Chiara Moretti, Eleonora Massetta, Francesca Ligi, Ilaria Anselmi.

CATEGORIA FREE DANCE

1° CLASSIFICATO “INSONNIA” (coreografia di Angela Molica)

Allievi: Camilla Lucantoni, Camilla Morasca, Ilaria Conte, Ilaria Lupi, Laura Curci, Valentina Anselmi, Vittoria Amoroso.

TORNA HOME PAGE